VIOLA, Valutazione delle prove secondo prudente apprezzamento, Milano, DirittoAvanzato, 2021

E’ in fase di ultimazione. Mancano pochi giorni.

Per chi è interessato, può già chiedere dettagli o prenotare la propria copia, scrivendo all’indirizzo email: info.dirittoavanzato@gmail.com

Luigi VIOLA

VALUTAZIONE DELLE PROVE SECONDO PRUDENTE APPREZZAMENTO

Dal più probabile che non alla sommatoria di prove

Volume 2°

Centro Studi Diritto Avanzato

Milano – 2021

—————————————-

Ogni questione giuridica è composta da Fatto e Diritto.

Con il Volume 1°, Interpretazione della legge con modelli matematici (tradotto in 6 lingue), è stato analizzato il Diritto.

Con questo Volume 2°, viene analizzato il Fatto; in particolare, si intende dimostrare la necessità del superamento dello standard probatorio del più probabile che non in favore della sommatoria delle prove:

P(e) > 50% ———–> FP = 1 <=> (VPAfc) (∑pfc) > (VPAfnc)(∑pfnc)

Ciò per la decisiva considerazione che quest’ultima è la più coerente con il dictum dell’art. 115 c.p.c.: il giudice deve porre a fondamento della decisione le prove.

Neanche sussiste un libero convincimento nella valutazione delle prove, ma vincolo al prudente apprezzamento ex art. 116 c.p.c.: la prudenza non è libertà, piuttosto ne è il limite.

Al Futuro l’ardua sentenza.

 

INFO E PRENOTAZIONI–> clicca qui

<< scarica qui la copertina (formato pdf) >>
<< scarica qui la copertina (formato jpg) >>

<< scarica qui l’INDICE >>

 

 

 

 

Condividi
Share On Twitter
Share On Linkdin

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkdin
Hide Buttons